Short Film, Video Production

Elizabeth – Mondadori

Il Trailer

Il video sulla pagina Facebook di Alessandro D’Avenia

Descrizione

Dopo il successo dello short film L’arte di essere fragili (2016), ci siamo spinti oltre per raccontare il saggio di Alessandro D’Avenia Ogni storia è una storia d’amore. Ci siamo lasciati ispirare dalla storia di Elizabeth Siddal e del suo amore per Dante Gabriel Rossetti e ne abbiamo realizzato uno short film dalle tinte tragiche. Per supportare il lancio dell’operazione sono stati prodotti un trailer e quattro locandine del cortometraggio.

Credits

Titolo: Elizabeth

Cliente: Mondadori

Prodotto da: Dinamo con la collaborazione di Diaviva

Regia: CRIC (Clemente De Muro, Davide Mardegan)

D.o.p.: CRIC

Cast: Selene Caramazza, Vincenzo de Michele

Producer: Niccolò Dal Corso, Antonio D’Angelo, Pipo Puccioni

Line producer: Ferdinando Bisleti

Aiuto Regia: Michele Cardano

Scenografia: Luisa Iemma

Costumi: Sofia Carole, Grazia Spadaro

Fonico: Guido Spizzico

Fotografo di scena: Edoardo Cozzani

Focus puller: Valerio Spalloni

Montaggio: Stuart Greenwald, Alessandro Belotti

Musiche: Hybris Audio, Filippo Beretta

Effetti sonori: Federico Flaviano

Color correction: Anna Visigalli (Corte11)

Trucco: Benedetta Del Vecchio

Attori: Federica Carra, Alessandra Schiavoni

Le locandine

Il cortometraggio ispirato a «Ogni storia è una storia d’amore» di Alessandro D’Avenia | Corriere TV

Il cortometraggio integrale ispirato a «Ogni storia è una storia d’amore» di Alessandro D’Avenia, con Selene Caramazza e Vincenzo De Michele, diretto da Davide Mardegan e Clemente De Muro. «La parola scritta non basta più – ha spiegato D’Avenia – La letteratura invade altri campi, il teatro e il cinema. Questa storia è un cortometraggio tra il gotico e il lirico, tra il rosso e il nero, che vi spaccherà il cuore»-.

La parola scritta non basta più, la Letteratura esplora nuovi linguaggi.

Londra, metà dell’800. Elizabeth Siddal è una ragazza bellissima che lavora in un negozio di cappelli. La sua chioma rossa è uno schiaffo contro il grigiore del clima e della città del carbone. Di lei si innamorano tutti gli artisti, ma solo uno riesce a conquistarla: il grande pittore e poeta Dante Gabriel Rossetti, che fa di lei la sua musa, amante, moglie. Scrive per lei un libro di poesie e la dipinge nei suoi quadri. Ma il loro amore è minacciato dall’incostanza di lui, i tradimenti, il dolore per una bambina che nasce morta… Elizabeth, sola con il suo dolore, comincia a bere laudano sino a morire, poco più che trentenne. Dante Gabriel Rossetti nasconde il libro di poesie tra i capelli di lei, quando viene posta nella bara, e le sussurra: «Questo è solo tuo».

Continua a leggere.

Viva Lion